Modern Workplace

L’argomento può sembrare banale, ma leggendo in rete articoli sul tema, si evince che forse un po’ di confusione c’è, dal momento che ognuno interpreta a modo suo il concetto di Modern Workplace.

Cerchiamo intanto di contestualizzare il termine, il Modern Workplace non nasce come supporto allo smart working o al lavoro da remoto, ma vive di vita propria ed il suo sviluppo ci sarebbe stato comunque, quasi obbligato per alcune aziende.

Spesso si tende a vedere il Modern Workplace come un processo abilitante allo smart working, ma è riduttivo perché l’avvento del Modern Workplace in realtà rispecchia la riorganizzazione dei modelli aziendali: si realizza effettivamente quando le organizzazioni riescono ad allestire un ambiente di lavoro pienamente collaborativo, strettamente integrato con le moderne tecnologie, al fine di aumentare la produttività di dipendenti e collaboratori.

La definizione che mi convince di più è quella legata alla rivisitazione dei modelli organizzativi e degli strumenti informatici necessari allo svolgimento della propria attività lavorativa. Tale ridefinizione dovrebbe consentire di svolgere il proprio lavoro in totale sicurezza, con un constante accesso ai dati ed agli strumenti aziendali da qualsiasi location e da qualsiasi apparato.

Va da sé che la base di tale evoluzione è tecnologica, ma questo non è sufficiente: il grosso errore, che vediamo in qualità di consulenti, è relegare questo tipo di attività all’abilitazione di un software. Non basta avere la suite Microsoft 365 e metterla a disposizione dei propri dipendenti, se poi questa non viene effettivamente utilizzata nei reali processi di business e gli utenti non vengono adeguatamente supportati nell’adoption.

Il Moder Workplace secondo Microsoft 

Come già visto in precedenza, Microsoft abbraccia il Modern Worplace seguendo le 3 E:

Empowerment: dipendenti e collaboratori devono poter  esprimere al meglio il loro potenziale

Engagement: collaborazione, produttività e creatività sempre sollecitate

Employability: crescita individuale grazie a percorsi di formazione che valorizzano i singoli talenti

Per raggiungere questi obiettivi l’offerta tecnologica ci aiuta grazie agli strumenti di produttività e collaborazione come Teams, SharePoint, OneDrive, Planner e con il potenziamento di Microsoft Viva che permette di uniformare tutte le informazioni legate al business dell’azienda.

Teams in particolare sta diventando il fulcro della operatività aziendale, grazie all’elevato livello di collaborazione che consente.

Gli strumenti abilitanti non mancano quindi, sull’adoption c’è ancora molto lavoro da fare ma di certo la direzione che molte aziende stanno prendendo è quella corretta ovvero accompagnare il cambio di tecnologia con un cambio culturale interno che punta anche alla valorizzazione individuale, aumentando l’autonomia dei singoli nella gestione del proprio tempo e del proprio lavoro per garantire una migliore qualità di vita alle persone e maggiore produttività per le aziende.

Il Modern Workplace è tutto questo, un’evoluzione dei modelli aziendali possibile grazie alla crescita tecnologica (sia software che hardware), grazie ad una migliore consapevolezza delle logiche di welfare ed una maggiore valorizzazione dell’individuo.
Permette ai dipendenti ed ai collaboratori di sentirsi parte di una realtà strutturata e flessibile, in grado di affrontare situazioni in continuo movimento.

Speriamo che questo processo continui ad evolvere verso scenari sempre più positivi.

 

Fonti e approfondimenti:

https://partner.microsoft.com/en-us/solutions/modern-workplace

Scopri il nuovo modello di lavoro basato sull’adozione di tecnologie moderne. Grazie ai servizi online di Office 365 i team possono condividere e modificare documenti, pianificare riunioni e collaborare in tempo reale.

Team Marketing

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *