Microsoft Inspire 2022: le novità per partner e clienti

, , ,
Microsoft Inspire 2022

Microsoft Inspire 2022: l’imperativo digitale per ogni organizzazione

Microsoft Inspire, la conferenza annuale di Microsoft dedicata all’ecosistema dei partner, è arrivata alla diciannovesima edizione e come ogni hanno la due giorni ha portato novità per i partner (400.000 partner che impiegano oltre 22 milioni di persone) e per i clienti che in tutto il mondo si affidano a Microsoft per continuare a crescere e lavorare in maniera più produttiva e flessibile.

Durante il keynote di Inspire, Satya Nadella, Chairman e CEO di Microsoft, ha lanciato un messaggio molto importante ai partner e ai clienti:

Negli ultimi anni abbiamo parlato molto di trasformazione digitale, ma oggi dobbiamo andare oltre, passando dal parlare di trasformazione digitale al realizzare l’imperativo digitale per ogni organizzazione. Il momento è adesso. È questo che farà la differenza tra le organizzazioni che prosperano e quelle che restano indietro. Tutte le organizzazioni, in ogni settore, dovranno integrare la tecnologia in ogni processo e funzione aziendale per poter fare di più con meno. La necessità di farlo non è mai stata così urgente o chiara. Anzi, direi che è esistenziale. I prossimi dieci anni non saranno come gli ultimi dieci. La tecnologia digitale è una forza deflazionistica in un’economia inflazionistica. È l’unico modo per superare i venti contrari che ci troviamo ad affrontare oggi. Fare di più con meno non significa lavorare di più o più a lungo. Non è una cosa che si può fare. Ma significa applicare la tecnologia per amplificare ciò che si è in grado di fare in tutta l’organizzazione, in modo da differenziarsi e costruire la resilienza. E tutto si riduce al modo in cui possiamo aiutare voi, i nostri partner, a utilizzare il cloud di Microsoft per aiutare i clienti a superare le sfide di oggi e a emergere più forti. Nessun altro cloud offre la nostra ampiezza o profondità. E nessun altro cloud offre non solo i prodotti migliori della categoria, ma anche le soluzioni migliori dell’intero pacchetto tecnologico.

Microsoft Inspire 2022

Ecco una sintesi dei principali annunci di Inspire. Tutte le novità sono state pensate mettendo al centro i clienti e i partner, e dimostrano i costanti investimenti di Microsoft a sostegno dell’ecosistema dei partner.

Microsoft Cloud for Sovereignty

Sempre più Governi nel mondo stanno accelerando la trasformazione digitale, creando opportunità di crescita economica e sociale e abilitando servizi a vantaggio della cittadinanza. Consapevole di questa priorità, Microsoft annuncia Microsoft Cloud for Sovereignty, progettato per rispondere alle esigenze del settore pubblico. Questa soluzione consente alla PA di sviluppare o innovare workload sul Microsoft Cloud nel rispetto dei requisiti di compliance, sicurezza e policy. Le organizzazioni pubbliche possono così beneficiare dei vantaggi del Cloud in termini di funzionalità di piattaforma, resilienza, sicurezza, scalabilità, pur mantenendo il controllo dei propri dati e preservando la data residency e la trasparenza dei processi operativi e di governance.

Digital Contact Center Platform

La customer service experience è oggi una priorità per Partner e clienti e Microsoft lancia la nuova Digital Contact Center Platform, che integra diverse soluzioni tra cui Nuance, Dynamics 365, Power Platform e Microsoft Teams, in una piattaforma aperta per offrire un’esperienza fluida e sicura agli utenti in cerca di aiuto. Gli ISV possono usare la piattaforma per rendere il Contact Center più funzionale alle necessità dei propri clienti, facendo leva su chatbot più intelligenti, live chat più veloci e soluzioni AI più intuitive. L’obiettivo è creare un’esperienza di engagement più personalizzata e omnicanale, evitando al cliente di ripetere informazioni e consentendo alle aziende di attingere a insight real-time, sviluppare relazioni più proficue e ottimizzare i costi grazie all’automazione e a strumenti no-code, low-code o pro-code. Attraverso l’Intelligenza Artificiale possono essere anticipate le richieste dei clienti e offerte risposte rapide per una loro maggiore soddisfazione. Fondamentale, inoltre, il focus sulla sicurezza: i clienti vengono tutelati grazie all’integrazione di strumenti di identificazione biometrica, autenticazione e prevenzione delle frodi.

Azure Space Partner Community

Il prossimo paradigma del cloud computing combinerà le possibilità dello spazio con le potenzialità del Cloud e le organizzazioni dei settori più disparati stanno utilizzando satelliti e altre tecnologie aerospaziali per estendere la connettività ovunque e ottenere insight dai dati. Dal lancio di Azure Space nel 2020, anche l’ecosistema di partner Microsoft in ambito Spazio è in crescita – comprende operatori aerospaziali, produttori, system integrator, data provider, ISV e startup – e Microsoft annuncia la Azure Space Partner Community, che consentirà di rendere l’offerta più completa e innovativa per i clienti congiunti e il futuro dello space computing. I partner di questa community potranno beneficiare di iniziative di co-innovazione, go-to-market, supporto tecnico e possibilità di scalare le soluzioni.

Hybrid Work

Oggi la sfida per le aziende è bilanciare le esigenze di flessibilità dei dipendenti e le priorità di business e Microsoft sta collaborando con i propri Partner per aiutare le organizzazioni ad abilitare modelli di hybrid work e a valorizzare l’employee experience grazie al digitale. Le funzionalità di Microsoft 365 e Teams consentono alle persone di lavorare ovunque e in qualunque momento. Per esempio, nell’ultimo anno sono state introdotte oltre 460 nuove features di Teams per facilitare la collaborazione sincrona e asincrona. Durante Inspire è stato annunciato il nuovo Excel Live, che permette di collaborare sui propri registri direttamente su Teams e gli ISV e gli sviluppatori possono creare app per Live Share utilizzando nuove estensioni di Teams SDK. Le note collaborative offrono ai partecipanti la possibilità di prendere appunti e reagire ai contenuti condivisi in meeting sulla Microsoft Whiteboard. Microsoft Viva integra strumenti volti a migliorare la produttività, il benessere e la collaborazione al lavoro e in particolare la nuova Viva Engage app aiuta le aziende a costruire relazioni e community e offre strumenti di espressione ai dipendenti, come la possibilità di creare e condividere video-post attraverso la nuova funzionalità Stories, ovvero brevi video o foto che le persone possono pubblicare sulla propria Storyline per restare connesse con i propri colleghi in modo familiare e divertente. Inoltre, dal 1° agosto sarà disponibile Viva Goals che mira ad allineare gli obiettivi dei team alle priorità dell’organizzazione per ottenere risulti d’impatto

Windows 365 compie un anno

Lanciato durante la scorsa edizione di Inspire, nel corso dell’ultimo anno Windows 365 – che consente trasferire l’esperienza più completa di Windows dal Cloud di Microsoft a qualsiasi device – ha continuato a evolvere e integrare nuove feature come “point-in-time restore” – che consente agli amministratori di ripristinare il Cloud PC a un momento precedente – o Autopatch – che automatizza gli update di Windows per ottimizzare la sicurezza.

La crescita del canale in Italia

Ma come procede il lavoro di Microsoft e dei partner in Italia?

Anche a livello italiano l’ecosistema di Partner gioca un ruolo chiave, contribuendo insieme a Microsoft all’innovazione e alla competitività del Paese. Si tratta di un network in crescita che negli ultimi 3 anni si è ampliato del 30% e oggi conta oltre 14.000 Partner e più di 400.000 professionisti impegnati nell’accompagnare le organizzazioni italiane pubbliche e private nei propri percorsi di trasformazione digitale. Collaborare e far leva sulle tecnologie di Microsoft rappresenta un driver di crescita non solo per le aziende clienti, ma anche e soprattutto per l’ecosistema. In particolare, il vero booster è rappresentato dal Cloud Computing e dalla piattaforma Azure: i Partner che in Italia operano con Azure hanno incrementato il proprio business del 43% anno su anno, a dimostrazione dell’effetto moltiplicatore del valore sul territorio.

ha commentato Fabio Santini, Direttore della Divisione Global Partner Solutions di Microsoft Italia

Molto interessante anche la crescita dei Partner sul fronte Security (86%) e App Innovation (51%) a conferma di quelli che rappresentano due trend e aree di priorità nei percorsi di innovazione delle aziende italiane. E in questa logica altro dato degno di nota è relativo all’Hybrid Work: in uno scenario in cui per le aziende è imprescindibile trasformare i modelli di lavoro al passo con il digitale, i Partner hanno potuto supportare molte realtà italiane in questo percorso e ottenere una crescita del 77% anno su anno, rispetto a progetti che ruotano intorno alla piattaforma di collaborazione Microsoft 365. Anche sul fronte più maturo dei sistemi di gestione e del Customer Relationship Management c’è comunque spazio di crescita, complici anche l’integrazione dell’AI e le opportunità legate agli analytics e allo sviluppo low-code: i Partner che sviluppano progetti sulla piattaforma di business application Dynamics 365 hanno incrementato del 25% il proprio business anno su anno.

Ma i Partner Microsoft non sono solo impegnati nei progetti di business, condividono con Microsoft l’obiettivo di creare una crescita equa e sostenibile nel Paese: l’iniziativa Partner Pledge conta oggi 58 Partner italiani che si dedicano per individuare nuove soluzioni e progetti congiunti in ambito sostenibilità, sviluppo di competenze digitali, inclusione & diversità ed Etica in AI, in grado di supportare lo sviluppo sociale e green dell’Italia. Nel complesso quasi 400 professionisti in Italia hanno completato un training sull’accessibilità, metà dei partner italiani ha creato un gruppo di discussione sulla sostenibilità, sono state conseguite 140 certificazioni e circa 20 professionisti hanno completato anche un training sulla Responsible AI. Un programma quindi dinamico che sta accompagnando sempre più gli operatori della filiera verso una nuova concezione di sviluppo sostenibile.

La strategia partner-centrica di Microsoft a supporto della crescita del Paese emerge chiaramente anche da un’altra iniziativa locale: l’Ambizione Italia Cloud Region Partner Alliance, che vede protagonista l’ecosistema dell’azienda in prima linea nello sviluppo della regione Data Center italiana, un progetto in linea con le priorità del PNRR e con un impatto stimato da circa 9 miliardi di dollari di indotto diretto e indiretto e 10.000 opportunità di lavoro entro la fine del 2024. L’iniziativa si sta già ampliando per accogliere il contributo di diversi player strategici del Paese, con l’obiettivo di promuovere in modo sempre più capillare l’innovazione sul territorio italiano a partire da servizi cloud locali a bassa latenza per un accesso rapido e sicuro ai dati e scenari di condivisione in linea con le esigenze di qualsiasi industry.

Fondamentale in questo quadro l’attenzione che Microsoft dedica alla formazione dei Partner per renderli sempre più in grado di cavalcare i trend del mercato e di rispondere alle esigenze delle aziende. In Italia nell’ultimo anno sono stati erogati 20.000 training e formate oltre 30.000 persone. Sono inoltre sempre più le certificazioni conseguite dal canale: 6.500 a garanzia delle competenze dei Partner di Microsoft. In particolare, l’ambito di certificazione maggiormente in crescita è quello della Security che è più che raddoppiato, a ulteriore dimostrazione della priorità di questo tema e dell’importanza di approcciarlo con expertise adeguate. Per offrire formazione su questo fronte è anche stato lanciato il piano Cybersecurity Skilling che si è rivolto anche al canale e nei prossimi mesi verrà arricchito con nuovi corsi online e in presenza. Altro ambito di grande interesse e crescita è quello dei Dati e dell’AI, le cui certificazioni sono incrementate del 48% nell’ultimo anno. Un focus su questi temi è sempre al centro di Microsoft Learn, la piattaforma gratuita di formazione che offre risorse online e della Microsoft AI Business School, pensata proprio per diffondere competenze sulle tecnologie intelligenti.

Team Marketing

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.