Chrome-Local-Overrides

Quando è necessario valutare o verificare le proprie modifiche senza avere impatti sui contenuti esistenti online

A partire dalla versione 65, il browser Google Chrome mette a disposizione degli sviluppatori all’interno dell’apposita console Developer Tools (F12) la funzionalità Local Overrides, la quale consente di salvare in una cartella locale una copia di una parte di un sito web, modificarla, e utilizzarla al posto dell’originale nel contesto del sito di origine.

All’interno di Dynamics 365 in particolare, questo rende possibile lavorare sulle Web Resource senza che sia necessario un ciclo di deploy continui.

Qual è la differenza con il fare modifiche nel browser?

Local Overrides persiste le modifiche che si fanno localmente, permettendo di preservare tutto il lavoro fatto quando si ricarica la pagina; normalmente le modifiche che si fanno localmente vanno perse completamente quando la pagina viene ricaricata, obbligando a non ricaricare mai oppure a mantenere separatamente le modifiche per riapplicarle più volte.

Abilitare i Local Overrides

Per abilitare la funzione, occorre aprire i Developer Tools e spostarsi all’interno della scheda Sources, selezionando quindi al di sotto la voce Overrides:

 

 

 

 

 

 

 

 

Premendo sul comando che indica + Select folder… viene presentata una finestra in cui selezionare un percorso: questo sarà il ‘contenitore’ per tutte le risorse salvate (in tutti i siti).

Occorre un ulteriore passaggio in cui si autorizza l’accesso al percorso selezionato (in questo esempio è stato scelto il percorso C:\TEMP\Overrides)

Una volta autorizzato l’accesso, la schermata cambia per mostrare che la funzione è attiva:

Salvare e modificare localmente un contenuto

Una volta attivata la funzione Local Overrides, è possibile salvare in locale un contenuto, e questo sarà utilizzato al posto della versione remota.

Occorre per prima cosa individuare il contenuto che si desidera salvare, alla voce Page.

Una volta individuato il contenuto che si desidera modificare, è sufficiente selezionare l’opzione Save for Overrides all’interno del menu contestuale (l’opzione è disponibile a seguito dell’attivazione eseguita precedentemente):

Alla voce Overrides si può vedere in lista il file che si è appena salvato, e si può procedere a modificare la copia locale:

Una modifica che nel caso dell’esempio potrebbe essere necessario fare è cambiare il messaggio visualizzato: si può fare la modifica direttamente nel tab sulla destra, oppure si può aprire il file salvato localmente con un editor di testo.

Una volta modificata la copia locale, occorre ricaricare la pagina per vedere il risultato:

E’ anche possibile disattivare temporaneamente tutte le modifiche locali e tornare a vedere i contenuti remoti originali, è sufficiente togliere la spunta alla voce Enable Local Overrides; le modiifche fatte restano comunque salvate e disponibili (è sufficiente rimettere la spunta):

Lavorare sulle Web Resource

Lavorare su una (o più) Web Resource tramite Local Overrides non è diverso dal lavorare su un qualunque altro tipo di contenuto remoto.

E’ sufficiente individuare il file che si desidera salvare in locale tramite il pannello Sources (la funzione di navigazione interna Go to file accessibile tramite la combinazione CTRL+P permette di digitare una parte del nome della Web Resource e trovarla rapidamente) ed eseguire i passaggi indicati in precedenza.

* Fonti: https://developers.google.com/web/updates/2018/01/devtools?utm_source=devtools#overrides

Dynamics 365 Developer

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *